Bollati Boringhieri Editore

Bollati Boringhieri Editore

Bollati Boringhieri Editore

Entrata in casa GeMS nel 2009, la Boringhieri nasce nel 1957 da una costola dell’Einaudi per approfondire i temi delle scienze, della mitologia e del folclore. Da allora le due anime della casa editrice, quella degli studi scientifici (matematica, logica, fisica, scienze naturali) e quella delle materie umanistiche (storiografia, sociologia, antropologia, filosofia, discipline della psiche, storia dell’arte) corrono parallele.

In un catalogo unico nel panorama editoriale italiano, ai grandi nomi del sapere scientifico come Albert Einstein, Niels Bohr, Wolfgang Pauli ed Enrico Fermi si affiancano studiosi della mitologia come Mircea Eliade, Károly Kerényi e Furio Jesi, dell’etnologia come Ernesto de Martino e soprattutto della psiche umana come C.G. Jung e Sigmund Freud, dei quali Bollati Boringhieri ha pubblicato le opere complete.

Con l’arrivo di Giulio Bollati alla guida della casa editrice, nel 1987, prende piede l’idea di una cultura integrata non irrigidita da blocchi disciplinari. Nascono dunque nuove collane aperte alla storia contemporanea, alla narrativa, alla memorialistica e ai saggi letterari. Altri tratti distintivi della casa editrice sono il suo sguardo attento e mai corrivo sulla realtà contemporanea e la militanza culturale nell’attualità. Gemme preziose del catalogo sono perciò le opere di Marc Augé, Giorgio Agamben, Serge Latouche e José Saramago, del quale Bollati Boringhieri ha pubblicato il quaderno.


www.bollatiboringhieri.it/
PresidenteStefano Mauri Amministratore delegato e Direttore editorialeRenzo Guidieri Comitato ScientificoAlberto Conte, Giacomo Marramao e Anna Oliverio Ferraris

Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione sul nostro sito. Continuando ad utilizzare questo sito ne accetti l'utilizzo. (ulteriori informazioni).

Ok